Mobirise

DTS - Digital Theater System

La DTS è stata fondata da Terry Beard, un ingegnere del suono che riuscì a mettersi in contatto con Steven Spielberg per un'audizione di una rimasterizzazione del film 'Incontri ravvicinati del terzo tipo' rimixato in DTS. Spielberg, entusiasta, utilizzò il formato DTS per il suo successivo film 'Jurassic Park' (1993) e, con il sostegno di Universal, oltre 1.000 sale negli Stati Uniti adottarono subito il sistema DTS. 

DTS Trailer

Canali audio

Il formato audio cinematografico della DTS permette la riproduzione di tre canali frontali e due canali per il surround. Tali canali (5) sono registrati in modalità discreta (ciascun canale non interferisce con l’altro); il canale del sub-woofer è invece ricavato dai canali surround filtrando le frequenze al di sotto degli 80 Hz 

Mobirise

Audio su CD-Rom

Il sonoro non risiede sulla pellicola, ma su un supporto esterno: DTS sfrutta un Cd-Rom opportunamente codificato, contenente i segnali audio, che è in sincrono con le immagini grazie ad un timecode impresso tra la colonna sonora analogica e l'immagine. Il time code viene letto da un apposito lettore montato sul proiettore cinematografico.

Foto di un disco CD-ROM DTS utilizzato per la versione originale del 1993 di Jurassic Park DTS

Foto del lettore DTS della traccia Time/Code da installarsi sopra il proiettore, prima dell'obbiettivo. 

All’interno del Time-Code è contenuto anche il codice ID di identificazione del rullo che è in riproduzione: questo protegge dal possibile scambio con CD-ROMs di altre pellicole.
In caso di errata lettura del Time/Code, il sistema è progettato in modo da creare un effetto “volano” di sincronizzazione che permette di simulare il Time-Code per almeno quattro secondi.
Il vantaggio di avere l’audio separato e una traccia di sincronizzazione sulla pellicola risiede nel fatto di poter proiettare un film con CD-ROMs di lingua diversa ed inoltre di poter utilizzare il Time/Code per sincronizzare apparecchiature esterne come apparecchiature per i sottotitoli, ecc. 
L’algoritmo utilizzato è l’APT-X100, creato da Stephen Smyth, ha un data rate di 882 Kbits e consente di registrare 100 minuti di audio multicanale compresso su di un singolo CD-ROM.
Nonostante l’algoritmo di compressione (4:1) permetta un risparmio nella quantità dei dati da memorizzare, per l'intera colonna sonora di un film di media lunghezza sono necessari più CD-Rom e quindi lettori capaci di mettere in serie più di un CD.

Mobirise

Decoder

DTS-6D

Il decoder DTS-6D può ospitare fino a tre lettori CD-Rom. Lo switch tra i CD-Rom avviene in modo completamente automatico.

Mobirise

Decoder

XD-10

Per una maggiore affidabilità, il decoder XD-10 ha un hard-disk interno su cui copia il contenuto dei CD-Rom inseriti nei lettori.

Mobirise

Decoder

CSS System

Il decoder CSS permette la riproduzione di contenuti accessibili come audio-descrizione per non vedenti e sottotitoli per non udenti. I contenuti si sincronizzeranno alla pellicola sfruttando lo stesso lettore di Time/Code.

Mobirise

Image Description

Soundtrack 70mm

Il 70 millimetri è una pellicola che, rispetto al tradizionale 35mm, permette di impressionare un fotogramma più grande donando una definizione maggiore alle immagini impresse.
L'audio veniva inciso su 4 piste magnetiche, posizionate direttamente sulla pellicola 70mm, per fornire 6 canali sonori.

Mobirise

Image Description

DTS su pellicola 70mm

Oggi i tempi sono cambiati ed è sopraggiunto il suono digitale DTS-70 che consiste in un CD-Rom contenente l'intera colonna sonora a 6 canali, letta in sincrono con la pellicola. Il DTS Time/Code viene stampato sulla pellicola e la colonna sonora multi-canale viene riprodotta dal decoder DTS XD-10.

The site was made with Mobirise template